E-mail: farmacialupolitasocial@gmail.com - Indirizzo:Viale Liguria, 64

Orari : Lun- Ven: 09:00 - 13:00/16:30 - 20:00 - Sab: 09:00 - 13:00
  Contatti : 099 335160

All posts by Farmacia

frutta estate

Frutta di stagione: l’alleata della nostra salute in estate

La frutta di stagione in estate è saporita e dissetante. Ricca di minerali e vitamine ci aiuta a contrastare meglio il caldo senza rinunciare al gusto.

La frutta di stagione è un’alleata per la nostra salute in estate quando ci troviamo ad affrontare i mesi più caldi. Colorata, succosa e ricca di minerali e vitamine, ci viene in soccorso per combattere meglio le temperature e mangiarla è sempre un piacere.
Si consiglia di consumarla più volte durante la giornata, soprattutto come spuntino quando la fame si fa sentire. 

I tipi di frutta che troviamo in estate

Grazie alle tante varietà disponibili, cambiare spesso tipo di frutta non è difficoltoso per avere sempre ogni giorno una merenda differente. Scopriamo insieme i benefici della frutta di stagione:

– Le pesche. Fra le più apprezzate in estate, hanno un alto contenuto di acqua, circa il 90%. Sono molto dissetanti e utili per la salute della pelle, delle ossa, i denti e il cuore. Aiutano anche a tenere sotto controllo il peso e il sistema immunitario poiché ricche di vitamine, come la C e il betacarotene, il precursore della vitamina A.

– Le albicocche. Contengono tanto licopene e betacarotene che favoriscono il benessere di pelle, vista e cuore. I minerali come fosforo, potassio e ferro sono un valido aiuto per contrastare la spossatezza estiva che spesso nelle giornate più calde rende difficile le attività da svolgere.

cocomero– Il cocomero. Immancabile in estate durante pranzi e cene, fresco e tanto dissetante possiamo definirlo il frutto prediletto della bella stagione. Amato dalle donne perché contrasta la cellulite grazie all’acqua contenuta in essa, ha molte altre proprietà benefiche come combattere l’ipertensione e la stanchezza. Placa la fame, contiene tanti minerali e ritarda l’invecchiamento della pelle.

– Il melone. Anche il melone non manca mai sulle tavole degli italiani, è un frutto versatile che si presta a diversi usi in cucina. Diuretico e rinfrescante, poco calorico ma con alto potere saziante. Anch’esso possiede molti minerali e vitamine e in particolare potassio, calcio e fosforo.

– Le ciliegie. Sono gustosissime e piacciono a grandi e bambini. Perfette come snack, sono poco caloriche e aiutano fegato e cuore a lavorare meglio.

– Le fragole. Contengono vitamine e minerali che stimolano la diuresi e servono a depurare l’organismo. Sono alleate anche di cervello, reni e del metabolismo.

– Le susine. Mantengono in salute ossa, capelli, pelle e anche l’intestino. Principalmente però sono conosciute per combattere la stitichezza grazie alla difenilsatina in esse contenuta.

– L’uva. In un chicco troviamo tanti componenti diuretici e antivirali che aiutano l’organismo. Il primo fra tutti è il resveratrolo contenuto nella buccia che ha potere antinfiammatorio, antibatterico e antiossidante.

– I fichi. Utili per la salute di vista, pelle, apparato cardiaco e digerente possiedono molto calcio, ferro e potassio. Sono però molto zuccherati per cui sconsigliati a persone diabetiche.


Fai la scorta di vitamine e minerali

Mangiare la frutta di stagione in estate è sempre piacevole e con gusto si riesce a fare scorte di minerali e vitamine. Un aiuto non da poco per il nostro organismo.

Ricordate sempre che mangiare frutta di stagione garantisce meglio l’assimilazione delle proprietà di ogni frutto poiché vengono utilizzati meno pesticidi e conservanti rispetto ad altri periodi in cui la maturazione risulta più forzata. Mangeremo quindi un frutto più sano e sicuramente molto gustoso.
Confidiamo che queste informazioni vi possano aiutare a scegliere il frutto che più vi piace e che, grazie ai suoi benefici, vi possa aiutare ad affrontare meglio questa calda estate.

Qualora aveste bisogno di una ricarica in più, in Farmacia Lupoli abbiamo a disposizione una vastissima gamma di integratori. In particolare Supradyn ricarica e Supradyn ricarica mentale, sono a prezzo speciale.

supradyn ricarica

Richiedi info, conatta la farmacia Lupoli

379 Visitatori

Continua a leggere
vitamina a

Vitamina A: tutti i benefici e le proprietà

La vitamina A è un alleato per la salute di pelle e vista. I suoi numerosi benefici e le tante proprietà aiutano a stimolare anche le difese immunitarie.

La vitamina A è molto importante per il nostro organismo poiché aiuta a mantenere in salute la vista, le ossa, i capelli e la pelle. Inoltre, aumenta le nostre difese immunitarie e svolge azioni anticancro.
Scopriamo i benefici e le proprietà della vitamina A, in quali alimenti trovarla e come assumerla per il nostro benessere.

Che cos’è la vitamina A

COS'è-LA-VITAMINA-A

La vitamina A è una vitamina liposolubile che viene immagazzinata nel fegato e rilasciata nel momento del bisogno. Questo tipo di vitamine non serve assumerle costantemente, come per esempio la C, poiché il nostro organismo la accumula ogni volta che la assimiliamo.
Possiamo trovarla sotto forma di retinolo e betacarotene.
Il primo, il retinolo, è la vitamina già preformata, mentre il betacarotene o provitamina A è il precursore della vitamina A, quando viene assunto il nostro corpo poi lo trasforma in vitamina attiva.

In quali alimenti si trova la vitamina A

Frutta e verdura di colore giallo-arancio sono ricchi di betacarotene, a seconda della stagione possiamo integrare nella nostra dieta quotidiana: albicocche, angurie, meloni, carote, zucca, patate dolci e pomodori.
Anche le verdure a foglia verde contengono alte quantità di betacarotene come cavoli, broccoli, spinaci, bietole e lattuga. Inoltre, è possibile trovarla anche nei legumi, nei cereali e nei semi oleosi.
Il retinolo, invece, lo troviamo in carne e pesce o nei prodotti di origine animale quali latte, formaggi, uova e burro.

I benefici e le proprietà

BENEFICI VITAMINA A

Come anticipato, questa vitamina ci aiuta a mantenere in salute il nostro organismo e nello specifico:

– svolge azioni antiossidanti e antinvecchiamento, poiché incentiva la rigenerazione cellulare e dei tessuti. Molto utile per contrastare le lesioni cutanee, proteggere dagli effetti negativi dei raggi UV e dell’inquinamento che secca e invecchia precocemente la pelle;
– migliora le infiammazioni causate dall’acne;
stimola le difese immunitarie contro aggressioni esterne, nella prevenzione dei tumori e anche durante le terapia antitumorale;
previene l’anemia;
– mantiene sana la vista, sia di giorno che di notte con scarsa visibilità;
– nutre i capelli ritardandone l’invecchiamento e la caduta;
– regola il mantenimento delle ossa e, in gravidanza, assicura la corretta crescita del feto;

Una carenza di vitamina A porta a spiacevoli conseguenze legate a pelle, vista, ossa alterando il loro normale funzionamento. Nello specifico per il sistema immunitario se diminuiscono gli anticorpi si è più soggetti a malattie infettive di varia natura.
Al contrario invece, in caso di ipervitaminosi, ovvero un eccesso di vitamina A, si possono avere danni al fegato, alla milza, all’apparato osteoarticolare e perdita di capelli.

Richiedi info, conatta la farmacia Lupoli

259 Visitatori

Continua a leggere
ansia

Ansia lieve: scopri come si manifesta e come controllarla

Ansia: forme lievi e non patologiche possono manifestarsi molto spesso a causa di preoccupazioni. Scopri come si manifesta e come controllarla.

Il disturbo di ansia può riguardare le persone di ogni livello, anche le più creative, socievoli e sicure di sé, perché oltre a non essere una condizione fisica ma mentale, non può essere affrontata con la logica e la ragione. Ogni persona subisce il disturbo di ansia per motivi diversi da un’altra e con bisogni diversi: esistono persone che ne vogliono parlare apertamente e chi non ha mai trovato il coraggio di aprirsi, ma è bene sapere che quasi tutti, chi più chi meno, nella vita si è trovato in situazioni difficili che hanno portato ad uno stress emotivo e ad una qualche forma di ansia, seppur leggera.


ansia-persona-triste


Proprio per questo, chi ha attraversato periodi particolarmente delicati nella propria vita, con sofferenze e affanni, sa che il miglior modo di superare l’ansia è farsi aiutare da chi ti sta vicino, siano parenti o amici. Stare soli, a volte, tende ad amplificare queste preoccupazioni.

Circondarsi di persone che ci vogliono bene

Il tempo trascorso in compagnia è un modo migliore di quanto si possa pensare di superare l’ansia, perché le persone che ne soffrono tendono a sentirsi sole e abbandonate. Questo susseguirsi di pensieri negativi sono incontrollabili, quindi bisogna evitare di giudicare chi ne soffre e anzi bisogna subito far capire che chi soffre di ansia ne possa parlare liberamente senza sentirsi giudicato.



Chi soffre di ansia, può ridurre il disturbo sentendosi sempre benvoluto, sapendo che una persona amica è sempre raggiungibile anche con un colpo di telefono in qualunque momento, sia perché parlare al telefono aiuta a distrarsi dai pensieri negativi che generano ansia, sia perché offre un sollievo dal senso di solitudine e abbandono. Per questo, per superare questi momenti, fare delle attività all’aperto può essere utile, come l’esercizio fisico e in compagnia.

Cos’è l’ansia lieve

L’ansia lieve è uno stato di intensa preoccupazione di durata variabile, causato dall’agitazione derivante da un evento o un problema in un dato momento della propria vita. Il disturbo genera irrequietezza, sonno disturbato e cattivo umore e può presentarsi più volte anche con frequenza irregolare nel corso degli anni.


preoccupazione


Tende solitamente a coincidere con delle circostanze in cui siamo messi a dura prova, sotto il punto di vista fisico e psichico, in diverse sfere della vita privata o lavorativa. Problemi economici o situazioni sentimentali altalenanti sono, ad esempio, cause che incidono in molti casi.

Soprattutto negli ultimi mesi paura, ansia ed incertezza alimentate dalla situazione di lockdown e dalla pandemia globale si sono diffuse in un’altissima percentuale della popolazione. Se è capitato anche a te, non preoccuparti: è comprensibile ed è successo a tantissime altre persone.

Come trattare l’ansia lieve

farmaco laila ansia lieve

Noi di Farmacia Lupoli (sede in via Liguria 64, Taranto) offriamo un possibile rimedio per controllare il disturbo di ansia lieve con LAILA, un farmaco tradizionale di origine vegetale che combatte i sintomi dell’ansia lieve, assumendo una capsula al giorno a base di olio essenziale di lavanda angustifolia. Per ulteriori chiarimenti si può chiedere informazioni ai farmacisti di Farmacia Lupoli.


ansia-lieve-laila


Richiedi info, conatta la farmacia Lupoli

388 Visitatori

Continua a leggere

La Farmacia Lupoli informa: numero verde antiviolenza 1522 attivo h24

L’emergenza causata dall’epidemia di Covid-19 obbliga a lunghi periodi di convivenza forzata e aumenta ulteriormente le occasioni di violenza domestica a danno delle donne, limitando la possibilità per le vittime di evitare le occasioni di scontro e di allontanarsi da casa.

La Farmacia Lupoli è al tuo fianco.

Ti informiamo che, in tali circostanze, è utile rivolgersi al numero verde antiviolenza 1522, attivo h24.

La Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (FOFI), Andrea Mandelli, il presidente di Federfarma Marco Cossolo, e il presidente di Assofarm Venanzio Gizzi, hanno firmato questa mattina un protocollo d’intesa per potenziare l’informazione per le donne vittime di violenza domestica e/o stalking durante l’emergenza Coronavirus.

L’obiettivo è essere accanto alle donne in questo momento di ulteriore difficoltà, fornendo loro tutte le informazioni necessarie per chiedere aiuto e denunciare la violenza in sicurezza.

380 Visitatori

Continua a leggere
uso delle mascherine

Uso delle mascherine e Coronavirus: facciamo un po’ di chiarezza.

C’è tanta confusione in merito all’utilizzo delle mascherine e come conseguenza principale c’è una scarsa reperibilità che mette in serio pericolo operatori e medici.

All’attuale stato delle cose, in via ufficiale, l’OMS raccomanda una distanza minima di almeno un metro da una persona che tossisce o starnutisce. Questa è la regola fondamentale che ci è stata imposta nelle scorse settimane per evitare la diffusione del contagio da COVID-19.

Infatti, le mascherine sono attualmente obbligati ad indossarle solo le persone con febbre o che mostrano i sintomi della malattia.

uso delle mascherineUn nuovo studio, però, ha da qualche giorno diffuso la notizia che indica che le goccioline emesse con un colpo di tosse o uno starnuto possono raggiungere rispettivamente fino a sei e otto metri di distanza. Ma non solo. Le micro particelle potrebbero addirittura ‘viaggiare’ nell’aria anche per distanze ben più lunghe e restare pertanto negli ambienti chiusi che frequentiamo.

David Heymann, presidente di un gruppo di consulenti dell’Oms ha sostenuto, pertanto, che se lo studio dovesse essere confermato, l’uso della mascherina diventerebbe pertanto fondamentale per ridurre il contagio.

Quali mascherine possiamo usare per tutelarci?

Attualmente, non c’è l’obbligo di uso di mascherine di alcun genere per la popolazione, tranne per chi, come abbiamo detto, sospetta di aver contratto il covid-19.

Soprattutto, vista la difficoltà a reperirle, le autorità consigliano di utilizzare e scegliere le mascherine secondo alcuni criteri. Esistono infatti diversi tipi di mascherine, e quelli consigliati per coloro che lavorano a contatto con il pubblico sono le mascherine chirurgiche o fatte in casa.

Ma in commercio, possono trovarsi anche quelle con protezione superiore, riservate a coloro che lavorano a stretto contatto con persone ammalate o che sospettano di esserlo. Sarebbe coscienzioso da parte nostra, scegliere di rinunciare a queste, per renderle disponibili a coloro che ne hanno davvero bisogno.

Ecco le diverse tipologie:

FFP2 senza valvola indispensabile per:

  • Forze dell’ordine ma solo in caso di emergenza o ausilio a soccorritori in abbinamento a occhiali e guanti monouso
  • Medici di famiglia e guardie mediche che potranno abbinare la mascherina chirurgica sopra alla FFP2 con valvola per limitare la diffusione della loro esalazione dalla valvola

FFP2 con valvola di esalazione indispensabile per:

  • Soccorritori del 118
  • Croce Verde
  • Croce Rossa

e assimilati per persone e/o pazienti potenzialmente contagiati

FFP3 con valvola di esalazione indispensabile per:

  • Infermieri nei reparti di Terapia intensiva e Malattie infettive
  • personale medico nei reparti di Terapia intensiva e Malattie infettive

a contatto con pazienti contagiati

I  dispositivi con valvola di esalazione possono facilitare la vita a chi la usa in ambito medico. Ma proteggono chi le indossa e non viceversa, perché l’esalazione non è filtrata. Per questo motivo le maschere filtranti facciali con valvola sono da destinarsi solo all’uso sanitario. Da protezione infatti, può diventare pericoloso veicolo di contagio.

Dovremmo adeguarci al modello Lombardia?

Al momento, c’è da aspettare. Anche se indossare la mascherina non è ancora un obbligo, di sicuro è fortemente consigliabile.

Di sicuro la migliore forma di prevenzione resta il distanziamento sociale.

L’OMS continua a sostenere che non servono se non in casi specifici. Al contrario la Regione Lombardia, spingeva già da tempo i cittadini a utilizzarle comunque, e ora fa un passo in più disponendo l’obbligo di proteggersi con mascherina o altro quando si esce di casa.

E’ bene ricordare che un livello di protezione adeguato si ha solo quando si adottano tutte le prescrizioni: uscendo solo se indispensabile, mantenendo la distanza di almeno un metro e con una buona e costante igiene delle mani.

Bisogna inoltre evitare di toccare la parte esterna con le mani quando si toglie, infatti, se non viene indossata e usata correttamente, la mascherina può essere lei stessa un veicolo di trasmissione del virus.

889 Visitatori

Continua a leggere
disintossicare l'intestino a primavera

Disintossicare l’intestino in primavera: ecco i nostri consigli

La primavera è ormai alle porte, ed è molto importante sfruttare questo periodo per disintossicare l’intestino. Scopriamo perché.

Il 21 Marzo è il giorno dell’equinozio, il giorno e la notte hanno la stessa durata, abbiamo più luce e questo ci fa sentire più felici e vitali.

La primavera rappresenta il tempo della rinascita e di un nuovo inizio. Tutti noi ci risvegliamo dalla letargia nella quale piombiamo durante l’inverno e ricominciamo a sentire l’energia della natura che ci circonda.

Perché è importante la disintossicazione?

intestino

Disintossicare l’intestino è essenziale poiché esso rappresenta il nostro secondo cervello. Ma sempre più spesso, lo sovraccarichiamo di grandi quantità di cibi poco sani.

Al giorno d’oggi, la nostra alimentazione è ricca di sostanze chimiche e alimenti eccessivamente trasformati che il corpo non riesce a digerire correttamente. Il risultato: un rallentamento del tratto digestivo, un sovraccarico del colon, un backup di rifiuti tossici che vengono riassorbiti nel flusso sanguigno. Se lo stress continua abbastanza a lungo, può derivarne una malattia.

Alcuni segnali di intossicazione possono essere:

  • costipazione
  • scarsa energia o scarsa resistenza alle infezioni
  • problemi dermatologici

Eliminando le tossine accumulate l’organismo si rigenera, crea una nuova energia e noi ci sentiamo più leggeri sia nel corpo che nella mente.

Qual è il momento migliore per disintossicare l’intestino?

Le stagioni sono molto importanti nella decisione di fare una cura disintossicante. Infatti, il corpo ha molti cambiamenti da gestire durante questi periodi transitori. Il passaggio dal freddo dell’inverno al clima più mite primaverile, costringe il nostro metabolismo a doversi adattare abbastanza velocemente ai nuovi ritmi dettati dalla stagione in arrivo.

Quindi approfittiamo di questo periodo per disintossicare l’intestino e prepararci all’arrivo della primavera nel migliore dei modi.

 

I rimedi naturali per disintossicarci

frutta

Per ottenere una buona cura disintossicante ottimale Ci sono alcune regole di base da rispettare:

  • Mangiare frutta, verdura, cereali integrali biologici perché ricchi di fibre. Piccoli pesci (tipo sgombro, sardine), carni bianche.
  • Evitare cibi in scatola, insaccati, piatti industriali perché contengono molto sodio. Anche i cibi ricchi di zuccheri raffinati sono da evitare.
  • Bere molta acqua, centrifughe di frutta o di verdure fresche. L’idratazione è fondamentale per il buon funzionamento intestinale.
  • Evitare alcool, bibite, succhi di frutta industriali
  • Utilizzare fermenti lattici vivi per ripristinare la flora intestinale (sotto consiglio medico)
  • Camminare: non c’è bisogno di correre una maratona, una semplice passeggiata a passo svelto per 30 minuti al giorno, consente di rinnovare le cellule e depurare corpo e mente.

 

Come vedete sono tante le cose che potete fare fin da subito per prepararvi all’arrivo della bella stagione. Basta solo un po’ di buona volontà per cominciare ad introdurre delle buone abitudini nella vostra routine giornaliera.

Seguite i nostri consigli con fiducia e costanza e ne trarrete giovamento in breve tempo.

Questo è uno dei prodotti che potrà aiutarvi:

Guna Enterosgel è un gel che rimuove le sostanze tossiche dall’intestino, coadiuvante durante i trattamenti antibiotici e indicato in casi di intossicazione acuta e cronica. Aiuta ripristinare l’equilibrio intestinale e la microflora batterica intestinale. Richiedi maggiori info presso la nostra farmacia, siamo a tua disposizione!

311 Visitatori

Continua a leggere

Coronavirus Covid-19: Aggiornamento Decalogo ISS e Ministero Salute

L’Istituto Superiore di Sanità ed il Ministero della Salute hanno elaborato un aggiornamento del Decalogo sul coronavirus che ha raccolto l’adesione degli Ordini delle professioni sanitarie, delle Società scientifiche e di Associazioni profes-sionali tra le quali Federfarma.
In particolare, è stato riformulato il punto 9 (ora punto 10) nei seguenti termini:
“In caso di dubbi NON recarti al Pronto Soccorso: chiama il tuo medico di base e se pensi di essere stato contagiato chiama il 112”

339 Visitatori

Continua a leggere

Coronavirus: tutti i consigli utili di Federfarma e Farmacia Lupoli

 

Il nuovo coronavirus (nCoV) è un ceppo che non è stato mai identificato nell’uomo precedentemente. In particolare quello denominato 2019-nCoV., è stato segnalato per la prima volta a Wuhan, Cina nel dicembre 2019.  L’infezione può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie.

Qui di seguito, riportiamo i consigli di Federfarma per una corretta prevenzione.

 

1.274 Visitatori

Continua a leggere

Eliminare i pidocchi, consigli utili su come intervenire

I pidocchi sono un problema molto fastidioso, nonostante non trasmettano alcuna malattia. Ecco alcuni consigli su come intervenire per eliminare i pidocchi.

La comparsa di pidocchi nei capelli spesso è inevitabile, soprattutto se si vive a contatto in comunità sovraffollate. L’infestazione di pidocchi non dipende infatti dall’igiene e più spesso sono i bambini, in particolare le femmine con capelli più lunghi, a ritrovarseli in testa.  I pidocchi vengono trasmessi dal contatto, quindi passano da un capo all’altro tramite capelli, sciarpe indumenti e anche dormendo nello stesso letto. Sapere come intervenire per debellarli è importante, ecco come fare.

 

Consigli utili su come togliere i pidocchi

Togliere i pidocchi dai capelli richiede tempo e pazienza, e anche collaborazione di chi li ha presi, in particolare se sono bambini. Ecco alcuni consigli:

  • Usare un pettine a denti stretti

La prima cosa da fare, che è anche la più semplice, è usare un pettine a denti stretti per rimuoverli, sia che si tratti di pidocchi o lendini. Questi ultimi possono rimanere attaccati ai capelli ma vanno rimossi ugualmente.

  • Trattamento specifico con creme e lozioni

E’ anche utile seguire un trattamento specifico per facilitare la rimozione dei pidocchi. Esistono sul mercato lozioni o creme specifiche studiate appositamente per combattere la pediculosi. Questi prodotti agiscono uccidendo subito i pidocchi e poi si può intervenire con il pettine per toglierli. Nel caso di capelli lunghi ci vorrà più tempo per pulirli del tutto ma non c’è bisogno di ricorrere necessariamente al taglio.

 

Rimedi naturali per eliminare i pidocchi

Oltre ai prodotti che si trovano in farmacia è possibile ricorrere ai rimedi naturali per togliere i pidocchi. Fra questi i più efficaci sono:

  • Olio di oliva – per sfruttare la sua efficacia bisogna scaldarlo e applicarlo sul cuoio capelluto e sui capelli. Far agire tutta la notte e lavare i capelli il mattino successivo.
  • Oli essenziali – fra gli oli essenziali efficace è l’olio di lavanda ma anche l’olio di tea tree o di gelsomino sono utili per uccidere i pidocchi. Aggiungerne alcune gocce allo shampoo per farli agire e debellarli del tutto.
  • Aceto di mele – efficace sia per eliminare i pidocchi che le uova, l’aceto di mele agisce in maniera immediata e non c’è bisogno del pettine per rimuoverli. Preparare una soluzione on 2/3 di acqua calda o tiepida ed 1/3 di aceto di mele e spruzzarla sui capelli  anche prima di portare i bambini a scuola.
  • Infuso di rosmarino e foglie di eucalipto – preparare l’infuso facendo bollire due tazze di acqua con il rosmarino e le foglie di eucalipto. Quando il composto si intiepidisce applicarlo sulla testa dopo lo shampoo e massaggiare con movimenti leggeri. Non c’è bisogno di risciacquare.

Oltre ai rimedi elencati in precedenza, esiste anche un dispositivo innovativo per intervenire con efficacia sui pidocchi, che si chiama V-Comb. L’azione combinata del pettine a denti arrotondati in acciaio inox unita all’aspirazione elimina i pidocchi e le loro uova dalla testa. Per maggiori informazioni rivolgersi alla Farmacia Lupoli di Taranto.

 

1.308 Visitatori

Continua a leggere